Marcello Vaienti consulente finanziario Copernico Sim

Ho scelto Copernico per dare un significato vero al termine professionista.
Come si può infatti essere e dirsi professionista se anzichè offrire ai miei clienti un servizio obiettivo ed imparziale si è costretti, in tanti modi diversi più o meno espliciti, a collocare o vendere i prodotti della società per cui si opera ? Come si può parlare ad un cliente di conflitto di interessi, magari delle banche, se poi i primi a vivere quella condizione siamo noi ?

Copernico non ha prodotti propri, non ha budget nè offre incentivi per favorire e spingere una società rispetto all’altra. Ha scelto una strada più difficile e meno remunerativa nel breve termine, ma certamente gratificante e vincente nei rapporti di lungo periodo con i clienti e consulenti.

Dopo tanti anni sul mercato, trascorsi anche all’interno di quelle realtà da cui sono fuggito, oggi posso scegliere insieme al mio cliente gli strumenti finanziari migliori presenti sul mercato, spaziando tra le migliaia a mia disposizione, con il solo scopo di raggiungere gli obiettivi e soddisfare le esigenze del mio “unico datore di lavoro” piuttosto che quelle di breve termine della società mandante.

Finalmente posso riempire di sostanza e significato quel termine che prima suonava vuoto di qualsiasi contenuto.